lunedì 16 luglio 2018

FABIO TAGARELLI
AGENTE GENERALE DI ASSICURAZIONI

PREVIDENZA

PROTEZIONE

PAGINA IN COSTRUZIONE

TUTELA LAGALE

PAGINA IN COSTRUZIONE

AREA SALUTE

PAGINA IN COSTRUZIONE

AGROALIMENTARE

PRESTITI PERSONALI

Axa Assicurazioni

Fabio Tagarelli - Chi siamo

Chi siamo

La mia agenzia è nata a giugno del 1999, mese in cui Axa mi affidò il ruolo di agente generale di una ex agenzia Allsecures. Da quel momento ho pensato ad una struttura che fosse riconoscibile da due elementi caratterizzanti: l’esistenza di un’organizzazione di collaboratori, intesi come liberi professionisti delle assicurazioni e la valorizzazione, quasi l’esasperazione, della forza delle idee.

In questa costruzione non semplice di un percorso lavorativo molto complesso, che esaltasse l’originalità e l’individualità di ognuno dei mie ragazzi, ruolo fondamentale ha avuto il mio maestro di professione e di vita: l’ispettore Leonardo Prò detto Dino.

Insieme a lui ho immaginato un fenomeno lavorativo che fosse basato sull’idea di felicità, che consentisse ad ognuna delle persone con le quali lavoro di poter vivere la propria esperienza lavorativa sentendosi importante. Far sentire veramente importante una persona non può derivare da un atteggiamento utilitaristico, né da un calcolo matematico, è una dote o, a seconda delle opinioni, una debolezza che ti appartiene come il colore degli occhi o quello della pelle.

Ringrazierò per sempre l’ispettore Prò, il mio maestro, perché mi ha fatto sentire importante dal primo giorno che mi ha conosciuto e mi ha aiutato a scoprire delle caratteristiche del mio carattere che mi appartenevano ma che ignoravo.

Ritengo che un fenomeno lavorativo possa aver successo anche se costruito sul sincero rispetto, sull’esaltazione delle qualità personali e professionali di ognuna delle persone con le quali lavori, io penso che una persona che si senta rispettata sia una persona che possa dare a tutti un contributo più importante e vero, sia che si tratti di un collega di lavoro o di un familiare.

Purtroppo tre anni fa il mio maestro mi ha abbandonato lasciandomi in eredità il suo coraggio, la sua determinazione, la sua radicalità sulle scelte di lealtà, sulla impossibilità di accettare compromessi sul tema dell’onestà intellettuale. E poi soprattutto la voglia di provare, sempre, di non aver mai paura dell’onta dell’insuccesso perché ogni idea provata è già un successo.

Ringrazio mia moglie che da nove anni condivide con me questa faticosa ma irrinunciabile esperienza lavorativa e umana. Grazie a lei, ho potuto meglio focalizzare l’importanza di molti aspetti essenziali del mio lavoro. La ringrazio per la pazienza e la disponibilità che ha avuto nell’entrare in un progetto che non era il suo ma che oggi le appartiene.

Chi entrerà quindi in contatto con il nostro mondo, che sia un cliente, un possibile nuovo collaboratore o solo un curioso, troverà questi valori e conoscerà queste fantastiche persone che sono i miei collaboratori dipendenti o commerciali, e soprattutto lo spirito, la sensibilità, il coraggio e l’umanità di Dino…

Benvenuti,
Fabio Tagarelli.